ClickCease

Hai una domanda? Chiama un esperto

Hai una domanda? Chiama un esperto

CBD

Apertura di un'azienda del settore della cannabis nei Paesi Bassi

Hai mai pensato di avviare una società nei Paesi Bassi nel settore dei farmaci leggeri? Poi ci sono molte cose che dovresti sapere in anticipo, altrimenti potresti trovarti di fronte al rischio di accuse penali. La vendita e il possesso di droghe è tecnicamente un reato per legge. Al fine di ridurre la produzione, il consumo e la vendita illegali di droghe pesanti, i Paesi Bassi hanno invocato una politica di tolleranza speciale per quanto riguarda la vendita di cannabis, che include marijuana e hash. A causa di questa politica di tolleranza, le caffetterie non sono perseguitate dall'ufficio pubblico per la persecuzione per la vendita di cannabis.

I coffee shop sono aziende legalmente autorizzate a vendere cannabis (da non confondere con i normali bar), purché aderiscano alle rigide regole loro imposte. Tieni presente che questa politica di tolleranza non si applica alle droghe pesanti e qualsiasi violazione in merito a queste può portare a persecuzioni. È possibile trovare ulteriori informazioni sulle droghe leggere e pesanti nella legge olandese sull'oppio. Inoltre, il pubblico non è autorizzato a trasportare più di cinque grammi di cannabis in qualsiasi momento e non sarà perseguitato se ne trasporta meno di cinque grammi. Tuttavia, il consumo pubblico potrebbe essere vietato dai comuni. Il consumo di cannabis in queste aree proibite può comportare l'arresto, la confisca di droghe e anche la sanzione pecuniaria.

Gedoogverklaring

Per aprire una società di cannabis è generalmente necessario un "gedoogverklaring" (che è una dichiarazione di tolleranza) e una licenza operativa per il settore della ristorazione ("horeca"). La dichiarazione di tolleranza si basa su una quota massima di bar consentiti all'interno di quel comune. Questo importo varia da comune a comune. Molte di queste quote sono state rispettate da tempo, il che rende impossibile richiedere una nuova dichiarazione di tolleranza. Tuttavia, puoi scegliere di rilevare una caffetteria esistente se il suo proprietario decide di smettere.

Alcuni comuni hanno liste di attesa per ottenere la dichiarazione di tolleranza. A seconda del comune, possono essere stabilite condizioni aggiuntive per la richiesta della lista d'attesa. Questi possono includere, ma non sono limitati a:

  • Possedere o affittare una proprietà fattibile per l'apertura della caffetteria
  • Possedere una licenza per operare nel settore della ristorazione
  • Avere una distanza minima da altri bar

Proiezione di Bibob

Quando si richiede una dichiarazione di tolleranza, il governo olandese può applicare uno screening di probità ai sensi della legge olandese sulla pubblica amministrazione. Questo atto è noto anche come "Bibob" e serve a identificare il possibile rischio di attività criminali. In base a questa legge, il governo è autorizzato a indagare sul tuo background e / o su quello della tua azienda quando richiedi tale licenza. Se lo screening individua rischi, il governo può negare o revocare la licenza per evitare che il governo faciliti attività criminali.

Anche la licenza per operare nel settore della ristorazione e le sue esigenze variano a seconda del comune. Il contenuto di questi requisiti riguarda l'area che circonda la tua azienda e di solito coinvolge regole in materia di sicurezza, decenza e ordine pubblico. Questi possono essere, ma non sono limitati agli orari di apertura, al rumore e alla luce fastidiosa, al parcheggio e altro ancora. Se hai già in mente un comune, ti suggeriamo di esaminare i requisiti specifici in questa particolare area per sapere cosa devi rispettare.

Regole riguardanti le aziende di cannabis

Se vuoi aprire una caffetteria olandese, ci sono molte regole che devi prendere in considerazione. Ci sono politiche speciali per quanto riguarda le caffetterie. Le regole di base per tutti i coffee shop sono abbreviate secondo i criteri AHOJGI. Tuttavia, a seconda del comune, potrebbero essere applicate regole aggiuntive. È esclusiva discrezione di detto comune stabilire se i coffee shop sono autorizzati a svolgere le proprie attività commerciali nell'ambito delle regole stabilite da quel comune.

I criteri AHOJGI sono i seguenti:

  • I coffee shop non sono autorizzati a pubblicizzare se stessi oi propri prodotti
  • Le caffetterie non sono autorizzate a vendere alcolici
  • Le caffetterie (e i loro clienti) non sono autorizzate a causare alcun fastidio
  • I coffee shop non sono autorizzati a vendere droghe a persone di età inferiore ai diciotto anni
  • I coffee shop non possono vendere più di cinque grammi di cannabis a persona per transazione e non possono contenere più di 500 grammi di cannabis come inventario
  • I coffee shop non possono vendere cannabis a residenti diversi da quelli dei Paesi Bassi

Altre regole possono includere che le caffetterie potrebbero non essere nelle immediate vicinanze di scuole o altre caffetterie o vietare loro di abitare in determinate aree. Inoltre, possono essere applicate regole rigorose in materia di contabilità, condizioni di vendita e vendita allo sportello pubblico. Un esempio di tale regola è che le caffetterie non possono vendere direttamente in strada.

Regole più severe

Nel 2013 il governo olandese ha cambiato il proprio approccio nei confronti dei coffee shop al fine di ridurre il fastidio all'area circostante, modificando l'ambito di focalizzazione della caffetteria sul mercato locale. Il 1 gennaio 2013 è stata introdotta una nuova regola che vieta agli stranieri di entrare e acquistare cannabis nei bar. Solo i residenti olandesi possono entrare nei bar e acquistare cannabis lì. Ciò significa che i coffee shop hanno il compito di identificare se i loro clienti hanno la residenza olandese e se hanno l'età legale per acquistare cannabis.

Navigare tra le molte complessità dell'apertura di un bar è molto difficile. Un'applicazione sbagliata potrebbe impedirti di ottenere le licenze necessarie. Intercompany Solutions può aiutarti a identificare quali comuni hanno dichiarazioni di tolleranza disponibili, richiedere tali dichiarazioni di tolleranza o liste di attesa, soddisfare i requisiti della lista d'attesa, richiedere una licenza per operare nel settore della ristorazione, aiutarti con lo screening Bibob e molte altre questioni . Possiamo anche consigliarti in merito alle regole e ai regolamenti per la verifica dei tuoi clienti sulla loro residenza, età e questioni relative alla contabilità.

Coltivazione di cannabis nei Paesi Bassi

Attualmente è severamente vietato coltivare cannabis nei Paesi Bassi. Ciò significa che la fornitura di cannabis alle caffetterie passa attraverso una porta di servizio illegale, ma la vendita al pubblico della stessa passa attraverso una porta d'ingresso tollerata (nella caffetteria). Il governo olandese ha identificato che ciò potrebbe causare problemi con l'acquisizione e la produzione di cannabis, che a sua volta potrebbe creare problemi per la sicurezza pubblica, l'ordine e la salute. Ciò è dovuto al fatto che la produzione di cannabis non è tollerata e la variazione regolamentata nella qualità della cannabis fornita può variare notevolmente.

Gli individui possono, tuttavia, possedere fino a cinque piante di cannabis poiché questo è considerato un uso non commerciale. Tuttavia, le autorità possono confiscare queste piante in quanto possederle è illegale, mentre il consumo è tollerato. Possedere più di cinque piante di cannabis può portare alla persecuzione. La cannabis medica è regolamentata dal Bureau of Medicinal Cannabis (BMC) del Ministero olandese della salute, del benessere e dello sport. Qualsiasi applicazione per la produzione di cannabis medica passa attraverso questa organizzazione.

Nel 2018 un comitato consultivo ha studiato la questione relativa alla produzione e alla vendita di cannabis non medicinale e ha pubblicato i risultati e le raccomandazioni al governo olandese. A sua volta, il governo olandese ha reagito a queste raccomandazioni. È stata presa la decisione di fare una prova con una catena di approvvigionamento di cannabis chiusa sulla base delle raccomandazioni del comitato consultivo. Questo contiene anche aggiunte da parte del governo per quanto riguarda la portata e le regole per questo processo.

La filiera chiusa della cannabis

La Cannabis Supply Chain chiusa è una sperimentazione che verrà eseguita nei Paesi Bassi durante il 2021, che si concentra sulle vendite e sulla coltivazione regolamentate della cannabis. Il governo e altri partiti (di ricerca indipendente) monitoreranno da vicino la produzione, la distribuzione e la vendita di detta cannabis regolamentata e valuteranno se sia possibile e fattibile modificare l'attuale fornitura illegale della stessa. Sulla base delle raccomandazioni del comitato consultivo e delle aggiunte del governo in merito alla portata e alle regole di questa sperimentazione, sono stati scelti dieci comuni per partecipare alla sperimentazione. Tutti i bar all'interno di questi comuni sono tenuti a partecipare al processo. Le regole esistenti relative ai coffee shop possono essere modificate durante il processo.

Opportunità per nuovi coltivatori

La filiera chiusa della cannabis apre opportunità per i nuovi coltivatori, poiché durante la prova verranno selezionati fino a dieci nuovi coltivatori. Queste persone o aziende saranno legalmente autorizzate a coltivare e vendere cannabis ai coffee shop, mentre partecipano al processo. Per questi nuovi coltivatori si applicheranno regole specifiche riguardanti le strutture, la gestione della qualità, la sicurezza, la tenuta dei registri, i requisiti di personale e le stime di produzione. Le parti interessate possono presentare una domanda che verrà esaminata.

I candidati possono essere persone fisiche o giuridiche, entrambe situate nei Paesi Bassi. Anche le aziende agricole di coltivazione devono essere situate nei Paesi Bassi, ma non sono limitate ai comuni partecipanti. Deve essere presentato un solido business plan che sarà valutato da tutte le parti coinvolte. Alcuni elementi richiesti per il piano aziendale sono una planimetria del sito di coltivazione, un piano di trasporto, il rispetto della qualità e molti altri fattori necessari per aderire alle regole. Inoltre, i candidati avranno bisogno di una certificazione di buona condotta e saranno sottoposti a uno screening Bibob. Intercompany Solutions può aiutarti a formulare un piano aziendale aderente a tutti i criteri necessari per questa valutazione e aiutarti a richiedere una certificazione di buona condotta. La data per la domanda non è ancora nota.

cannabidiolo (CBD)

Il cannabidiolo, abbreviato in CBD, è una sostanza che si trova nelle cime dei fiori della pianta di canapa. Può essere estratto in diversi modi e viene venduto come olio, capsule, pasta, unguento o tè. A differenza della cannabis, il cannabidiolo è legale da acquistare e vendere e non garantisce l'uso della politica di tolleranza. Come tale puoi trovarlo nei comuni negozi di droga e salute, purché la quantità di THC sia inferiore allo 0,05% e la dose giornaliera di CBD non superi i 160 mg. Un altro requisito è che non possa essere pubblicizzato come medicinale. Il CBD ha dimostrato di avere molteplici benefici per la salute negli ultimi decenni, motivo per cui viene studiato e utilizzato per vedere se potrebbe essere utile usarlo accanto ai farmaci regolari in molte situazioni. Questo è un mercato molto interessante che è appena emerso, potrebbe valere la pena fare ricerche su questo argomento se hai interessi commerciali in questa particolare area.

Produzione di cannabidiolo

Il CBD viene estratto dalla pianta di canapa, che è classificata secondo l'Opium Act. Nel 1999 è stata modificata la legge olandese sulla canapa, legalizzando la raccolta della fibra di canapa. Questo consiste solo dei semi e delle fibre della pianta di canapa. In base a questa legge, la produzione di piante di canapa con meno dello 0,2% di THC è consentita alle aziende che possono beneficiare di un'esenzione dalla legge sull'oppio. La produzione di CBD è illegale, tuttavia, poiché non viene raccolto dai semi e dalle fibre ma piuttosto dalle sommità dei fiori. Poiché la lavorazione di parti diverse dai semi e dalle fibre della pianta di canapa è illegale, le aziende scelgono di esportare queste parti "rimanenti" in paesi in cui è legale lavorarle. Questi paesi quindi estraggono il CBD dalle foglie e creano olio, capsule, pasta, unguenti o tè di CBD. A sua volta, questo CBD trasformato è ora legale da importare e vendere nei Paesi Bassi. Puoi trovare informazioni più elaborate sulla produzione e la vendita di CBD in questo articolo.

Intercompany Solutions può informarti su tutte le leggi e i regolamenti

Se vuoi partecipare al mercato della cannabis, dovrai essere informato su tutti i regolamenti e le restrizioni al fine di perseguire la strada legale. Qualsiasi attività commerciale considerata illegale nei Paesi Bassi potrebbe portare a procedimenti giudiziari e, nel peggiore dei casi, all'arresto. Se vuoi saperne di più su questo interessante mercato, Intercompany Solutions può fornirti le informazioni e i consigli necessari per costituire legalmente la tua azienda al 100%. Non esitate a contattarci per informazioni più elaborate.

Fonte:

https://www.government.nl/topics/drugs/toleration-policy-regarding-soft-drugs-and-coffee-shops

https://www.government.nl/documents/reports/2018/06/20/an-experiment-with-a-closed-cannabis-chain

https://www.government.nl/documents/parliamentary-documents/2018/07/06/government%E2%80%99s-response-to-report-of-the-advisory-committee-on-the-controlled-cannabis-supply-chain-experiments-with-a-controlled-supply

https://www.government.nl/documents/reports/2019/10/31/rules-for-the-experiment-with-a-controlled-supply-of-cannabis-to-coffee-shops

https://business.gov.nl/regulation/public-administration-probity-screening-act/

https://www.government.nl/topics/drugs/documents/reports/2019/10/31/rules-for-the-experiment-with-a-controlled-supply-of-cannabis-to-coffee-shops

Interventi simili:

Ti piace questo articolo?

Condividi su whatsapp
Condividi su Whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su telegramma
Condividi su skype
Condividi su Skype
Condividi via email
Condividi via email

Hai bisogno di maggiori informazioni sulla compagnia olandese BV?