Il governo olandese ha deciso di sostenere una nuova politica fiscale proposta da Menno Snel, Segretario di Stato delle Finanze e di agire in merito alla prima priorità dell'ordine del giorno: fermare l'evasione e l'elusione fiscali.

Per i prossimi anni, la politica include le priorità 5:

  1. fermare l'evasione e l'elusione fiscali;
  2. ridurre le tasse sul lavoro;
  3. promuovere un clima fiscale competitivo per le attività reali nell'economia;
  4. rendere il sistema per la tassazione più verde,
  5. e più praticabile.

Secondo Snel queste cinque priorità costituiscono un grande passo avanti verso un miglioramento del sistema fiscale. Aggiunge che il nuovo sistema è ancora incompleto. Questo e il prossimo governo devono impegnarsi costantemente per perseguire un sistema fiscale più comprensibile, attuabile, equo e semplice al fine di garantire una tassazione imparziale per le imprese e per gli individui.

Fermare l'evasione e l'elusione fiscale

La politica del Segretario di Stato per contrastare l'evasione e l'elusione fiscali include due pilastri: promuovere l'integrità e la trasparenza e proteggere la base imponibile.

Presentazione di un sistema di ritenuta d'acconto

In 2021 Holland intende adottare un sistema di ritenuta alla fonte per quanto riguarda i flussi di royalties e interessi verso le giurisdizioni con tasse basse e i casi di accordi abusivi per le tasse. In questo modo, l'Olanda non sarà più un canale per i paesi a bassa tassazione. Snel ha chiarito che mira a fermare l'evasione e l'evasione fiscale e a porre fine all'immagine dell'Olanda come stato facilita l'elusione fiscale da parte delle multinazionali. Il buon clima degli investimenti è minacciato da questa impressione.

trattati

L'obiettivo del governo è quello di fornire all'Olanda e ai suoi partner strumenti efficaci per contrastare l'elusione fiscale. Pertanto il governo sta aggiungendo più disposizioni di numerosi altri paesi per fermare gli abusi nei suoi trattati fiscali in virtù della Convenzione multilaterale per attuare misure correlate al trattato fiscale per prevenire l'erosione di base e il trasferimento degli utili. Questa azione è volta a prevenire l'uso improprio del vasto sistema olandese di trattati fiscali.

Basandosi sulle direttive europee di elusione fiscale

L'Olanda adotterà misure più severe nell'attuazione delle due direttive UE che impediscono l'elusione fiscale (ATAD1 e ATAD2) di quanto previsto in queste direttive. Ad esempio, nessuna esenzione per categoria per quanto riguarda la regola per la sottrazione di guadagni. Inoltre, non verranno applicate clausole di stand-still rispetto ai prestiti esistenti e la soglia massima sarà ridotta da 3M a 1M di euro.

L'Olanda introdurrà una regola per il capitale minimo per le compagnie di assicurazione e le banche per promuovere un trattamento più equo di capitale e debito per tutti i settori. Ci si aspetta che questa azione si traduca in un'economia più sana e una maggiore stabilità aziendale.

Diritto di non divulgazione e annuncio pubblico delle ammende

La trasparenza è molto importante per contrastare l'evasione e l'elusione fiscali. Gli obiettivi di politica generale in questo aspetto sono ereditati dal precedente governo. L'Olanda deve chiarire il diritto di non divulgazione per i notai e gli avvocati. Le sanzioni pecuniarie per negligenza saranno annunciate pubblicamente in modo che questi fornitori di servizi finanziari diventino più responsabili nel fornire consigli sulle tasse di pianificazione.

Integrità del mercato finanziario

Il governo olandese sta preparando una legislazione per la creazione di un registro per i proprietari finali. La legislazione che regola gli uffici fiduciari diventerà più rigorosa.

Iniziative europee per il cambiamento culturale

Il governo olandese approva le proposte della CE per aumentare la trasparenza. La Commissione ha proposto una direttiva di divulgazione obbligatoria che richiede agli intermediari finanziari (avvocati, consulenti fiscali, uffici fiduciari, notai, ecc.) Di informare le autorità di eventuali piani transfrontalieri potenzialmente abusivi per la pianificazione fiscale. La legislazione proposta per quanto riguarda le relazioni delle imprese multinazionali per le giurisdizioni fiscali mostrerà la portata dell'incompetenza con gli obblighi fiscali.

Contattaci pulsante