Lo scorso ottobre il governo dei Paesi Bassi ha pubblicato un documento che annunciava i suoi piani futuri. Il documento è stato finalizzato dopo una negoziazione di oltre 200 giorni. Il documento promette cambiamenti in vari aspetti della società. Includono ulteriori finanziamenti della polizia e miglioramenti dell'antiterrorismo e della sicurezza informatica. Il governo prevede anche riforme nel mercato del lavoro in materia di congedi per malattia, procedure di licenziamento, norme per il congedo di paternità e salari minimi. Prevede di adottare un nuovo sistema per le pensioni e di modificare le norme per i benefici per i figli. Il documento include anche schemi sui cambiamenti climatici, l'immigrazione, l'istruzione e l'alloggio.

La sentenza di rimborso percentuale 30

I piani del governo specificamente legati ai dipendenti stranieri riguardano modifiche alla regola del trenta per cento nel quadro delle previste riforme fiscali.

La sentenza di rimborso percentuale 30 offre vantaggi fiscali ai dipendenti stranieri altamente qualificati nel paese, consentendo loro di ricevere 30 per cento delle loro retribuzioni esenti da tasse. Pertanto tali impiegati pagano le tasse sul settanta percento del loro reddito. La regola è una forma di rimborso delle spese che i migranti fanno per il loro trasferimento nel paese, compresi alloggi, viaggi e visti. Questo vantaggio fiscale è un metodo per attirare lavoratori internazionali altamente qualificati e colmare le lacune esistenti nelle competenze in Olanda. Attualmente i dipendenti stranieri possono vantare il vantaggio per gli anni 8, anche se è stato stimato che solo la percentuale di 80 di essi effettivamente ne beneficia.

Lo scorso ottobre il governo ha fatto un annuncio che presto il periodo massimo della decisione percentuale 30 sarà ridotto da 8 a 5 anni. Il cambiamento si applicherà ai nuovi arrivati ​​e ai dipendenti che stanno già utilizzando il vantaggio.

Maggiori informazioni sulla regola di rimborso percentuale 30 nelle nostre domande frequenti.

Una petizione firmata da 30 000 persone

Fino ad ora circa 30 000 ha sostenuto una petizione chiedendo al governo dei Paesi Bassi di mantenere la vecchia regola per i dipendenti che si sono già trasferiti nel paese e attualmente beneficiano del vantaggio.

Le persone hanno creato gruppi di Facebook per evidenziare e discutere il problema e hanno lanciato una campagna per raccogliere fondi per combattere in tribunale la decisione del governo. Dicono che riconoscono l'autorità del governo di cambiare la politica per i futuri impiegati stranieri, a seconda dei casi, ma gli emendamenti non dovrebbero applicarsi agli attuali espatriati che si sono già trasferiti nei Paesi Bassi con l'ipotesi che avranno diritto a 8 - 10 anni con riduzione le tasse.

La decisione di limitare il termine dominante 30 per i richiedenti esistenti senza un periodo di transizione ha destato molta preoccupazione tra gli espatriati. I datori di lavoro dei lavoratori internazionali sono anche preoccupati per le ripercussioni del cambiamento proposto.

Molti avvocati specializzati in tasse sono stati contattati da persone preoccupate per le implicazioni della sentenza.

I lavoratori stranieri 60 000 nei Paesi Bassi che soddisfano i severi requisiti in materia di reddito dovranno affrontare significative conseguenze finanziarie. Se, per esempio, un espatriato guadagna 60 000 euro all'anno, allora dovrà pagare circa 8000 di euro in più in tasse. Questo notevole calo del reddito personale renderà inevitabilmente il paese meno attraente per i professionisti stranieri. Molti altri paesi in tutto il mondo accolgono dipendenti qualificati, quindi le persone disposte a lavorare all'estero probabilmente sceglieranno altri luoghi. Per contrastare questa tendenza, i datori di lavoro olandesi dovranno offrire pacchetti molto più interessanti per il trasferimento e migliori salari.

I lavoratori internazionali nei Paesi Bassi hanno già espresso le loro preoccupazioni presentando denunce e donando denaro alla campagna per contestare la decisione. Una persona che è arrivata in Olanda lo scorso anno ha commentato sulla pagina che ha recentemente acquistato un appartamento, prendendo un mutuo trentennale. Si sente ingannato dal governo che ha deciso di cambiare le regole retroattivamente e considera questa pratica disonesta.

Puoi trovare ulteriori informazioni sulla campagna all'indirizzo: https://www.gofundme.com/expatfund o hashtag #aDEALisaDEAL

Soluzioni interaziendali offre servizi di consulenza finanziaria completi agli espatriati che vivono e lavorano all'estero. Indipendentemente dalla tua situazione, ti aiuteremo a vedere le tue finanze in modo chiaro e a prepararti per il futuro.

contatta un pulsante esperto