Sono passati quasi due anni dall'infame referendum sulla Brexit. Una piccola minoranza di inglesi ha quindi chiarito che non desiderano più far parte dell'Unione europea. E così è nata la Brexit. Dopo molti negoziati e lotte, non è ancora chiaro il modo di procedere, il che significa che il Regno Unito potrebbe diventare indipendente o meno a marzo 29, 2019.


Intercompany Solutions Amministratore delegato Bjorn Wagemakers e il cliente Brian Mckenzie sono rappresentati da CBC News - L'economia olandese si prepara al peggio con Brexit, in una visita al nostro notaio il 12 febbraio 2019.

In entrambi i casi, ci saranno conseguenze per ogni singola parte coinvolta. Naturalmente se non c'è un accordo, la situazione può diventare frenetica in quanto non ci saranno accordi con l'UE. Il Regno Unito potrebbe trovarsi in una posizione molto spiacevole, e non solo con l'UE, ma con molte altre nazioni che hanno accordi commerciali con l'UE. Nel caso di un accordo, ci sono ancora molti fattori che influenzeranno i proprietari di imprese e gli imprenditori che lavorano sia dal Regno Unito o da uno stato membro dell'UE.

Esiste una zona grigia piuttosto ampia tra l'affare e l'assenza, che avrà varie conseguenze a seconda dello scenario che si sta verificando. Più; le perdite finanziarie per sostenere l'intero processo fino ad ora sono state gravi. La grande domanda per tutti è se il Regno Unito resterà coinvolto nell'UE, e in caso affermativo; in che ruolo? La relazione a lungo termine tra il Regno Unito e l'Europa è molto instabile e questo può avere enormi effetti sulla tua attività. Non importa nemmeno se quell'attività esiste già, o è solo un'idea in questo momento.

Dal Regno Unito a un'attività commerciale nei Paesi Bassi

In questo articolo ti informeremo sui dettagli più importanti della Brexit e sulle possibili conseguenze di tutti gli scenari. Troverai anche informazioni sui vantaggi di avere un'azienda in uno stato membro dell'UE e sul motivo per cui l'Olanda è probabilmente una delle migliori opzioni. Enormi aziende come Sony, Discovery e Panasonic stanno già trasferendo la loro sede dal Regno Unito ai Paesi Bassi. Discuteremo perché questa è una mossa solida e intelligente che potrebbe essere utile anche per te.

Avvia un'azienda nei Paesi Bassi

Perché la Brexit è negativa per gli affari?

I negoziati tra Bruxelles e il Regno Unito sono in corso da quasi due anni e ancora non c'è consenso. Principali problemi come il confine tra Irlanda del Nord e Irlanda sono irrisolti fino a questa data. Ciò lascia nell'enorme quantità di imprenditori, imprenditori e investitori stranieri circa le scelte che dovrebbero fare. Nel caso di un accordo, il che significa che il Regno Unito non sarà più uno stato membro dell'UE, ma con l'inclusione di accordi tra le parti, ci saranno perdite in termini di reddito nazionale. Il Financial Times ha valutato la situazione e, in base alla loro esperienza, il risultato sarebbe stato il seguente:

  • Se il Regno Unito rimane un membro del mercato unico: perdita di 2%
  • Nel caso di un accordo di libero scambio con l'UE: perdita di 5%
  • Se il commercio tra il Regno Unito e l'UE è iniziato secondo le regole dell'OMC: perdita di 8%[1]

Inutile dire che una situazione senza accordo che sfocia in una Brexit dura può includere conseguenze finanziarie che saranno molto più gravi. Grandi società e aziende hanno già avviato iniziative per limitare i danni. Aziende come Bentley stavano lentamente tornando al profitto, ma potrebbero fallire comunque, quando una Brexit dura diventa realtà. Adrian Hallmark, CEO di Bentley, ha spiegato a The Guardian: "È Brexit che è il killer, se abbiamo finito con un Brexit duro ... che ci avrebbe colpito quest'anno perché abbiamo un potenziale per andare oltre il pareggio per fare il turnaround. Metterebbe a rischio fondamentale la nostra possibilità di diventare redditizi."

Nell'eventualità che avrebbe dovuto interrompere la produzione nello stabilimento di Crewe, con sede nel Regno Unito, ciò costerebbe Bentley milioni al giorno.[2] E Bentley non è l'unica azienda preoccupata, ed è esattamente il motivo per cui molte multinazionali stanno spostando rapidamente i loro quartieri generali verso "terreni più sicuri" come i Paesi Bassi. Perché i vantaggi e i profitti di rimanere all'interno dell'UE sono molto reali per la maggior parte dei proprietari di imprese.

Bandiera del Regno Unito con una bandiera dell'UE.

Le ripercussioni della Brexit: più di 250 stanno prendendo in considerazione il trasferimento in Olanda

Centinaia di aziende stanno discutendo delle opzioni per il trasferimento con il governo olandese, poiché sono preoccupate per il loro commercio sul mercato europeo dopo l'uscita britannica dall'UE. Diverse società popolari hanno dichiarato ferme decisioni di trasferirsi.

Conseguenze per le imprese

La Brexit e l'incertezza sulle sue specificità motivano fortemente le aziende a lasciare la Gran Bretagna e trasferirsi in Olanda. In 2018 Panasonic ha annunciato l'intenzione di trasferirsi ad Amsterdam. Più recentemente Sony ha anche comunicato il suo piano di trasferimento, citando la Brexit come motivo di questi sviluppi.

L'agenzia olandese per gli investimenti esteri afferma di essere stata contattata da più di 250 società per discutere del loro trasferimento in Olanda. In 2017 il numero era 80 e all'inizio di 2018 è aumentato a 150.

Si prevede che un numero maggiore di aziende manifesterà interesse a trasferirsi nel paese di mulini a vento e tulipani prima che il dato totale venga annunciato il mese successivo. Un rappresentante dell'Agenzia olandese per gli investimenti esteri ha dichiarato che l'arrivo di ogni azienda, indipendentemente dalle sue dimensioni, è una buona notizia.

Il Regno Unito perde e l'Olanda vince?

La Gran Bretagna ha recentemente perso un importante attore di fronte all'EMA (Agenzia europea per i medicinali), un'istituzione che impiega circa 900 lavoratori altamente qualificati. EMA ha deciso di stabilire ad Amsterdam. Anche altri paesi stanno beneficiando della Brexit, poiché un certo numero di società del settore finanziario prevede di spostare le proprie operazioni e i propri dipendenti all'estero in città come Lussemburgo, Francoforte, Parigi e Dublino.

Può sembrare che l'Olanda stia beneficiando molto della Brexit a causa del rapido interesse nel paese come destinazione per la creazione di imprese. Tuttavia, le aziende che si muovono effettivamente alleggeriranno solo le conseguenze negative della Brexit per l'Olanda. Gli effetti della Brexit sono ancora ambigui, ma il paese ha preso in considerazione una situazione senza accordo per quanto riguarda i diritti dei residenti britannici.

L'Unione europea in poche parole

Ogni stato membro ha accettato le quattro libertà dell'UE, che sono fondamentalmente i pilastri della sua esistenza:

  • Libera circolazione delle merci
  • Libera circolazione dei capitali
  • Libera circolazione dei servizi
  • Libera circolazione delle persone

È ovvio come queste libertà siano vantaggiose per le società con sede in uno degli stati membri. Tutte le aziende all'interno del "blocco" possono acquistare e vendere prodotti e servizi liberamente all'interno dei confini dell'UE. Per mantenere il mercato equo per tutti, esiste un quadro normativo che impedisce a una parte di ottenere vantaggi competitivi sleali.

Gli Stati membri hanno anche l'obbligo di attuare il diritto dell'UE nella propria legislazione nazionale e di riconoscere standard reciprocamente condivisi. Un altro ruolo importante svolto dall'UE è quello di un'unione doganale comune. Gli Stati membri possono commerciare liberamente entro i confini dell'UE, sebbene tutti i paesi non UE siano vincolati a tariffe comuni sulle importazioni. Nel complesso, l'UE protegge i suoi stati membri in molti modi, ma limita anche l'autonomia dei paesi. Questo è esattamente il motivo per cui il Regno Unito ha deciso di lasciare l'UE.

Quali sono i vantaggi del commercio all'interno dell'UE?

Il mercato unico europeo è ovviamente il principale vantaggio qui. Attualmente l'UE è il più grande operatore singolo del mondo, che rappresenta il 16.5% della somma totale delle importazioni e delle esportazioni in tutto il mondo.[3] L'obiettivo principale dell'UE non è solo la possibilità per il libero scambio tra i suoi membri, ma anche la liberalizzazione del commercio mondiale. Alcuni benefici tangibili del possesso di un'azienda in un paese membro dell'UE come i Paesi Bassi includono:

  • Nessuna barriera commerciale interna
  • Concorrenza sana nei servizi
  • Riduzione dei costi aziendali complessivi
  • Nessun monopolio o cartello che contrastano la concorrenza
  • Riduzione della quantità di documenti
  • Vari standard armonizzati
  • Un modo più efficiente di fare affari
  • Libera circolazione delle persone risultante in una forza lavoro multinazionale
  • Una moneta commerciale unica - l'euro

Questo è il motivo per cui essere un membro dell'UE ha offerto vantaggi chiave alle aziende del Regno Unito. L'UE include alcuni dei paesi più ricchi e più prosperi del mondo, offrendo a tutti gli imprenditori l'accesso a un'enorme quantità di fornitori. Puoi fondamentalmente vedere l'UE come un grande mercato, che offre una certa praticità simile a fare affari nel tuo paese. Nessuna dogana, nessuna tassa di importazione e molto meno regolamenti per rallentare il commercio.

Possibilità commerciali leali e aperte

L'Organizzazione mondiale del commercio garantisce che gli obblighi e gli accordi commerciali tra paesi di tutto il mondo siano trasparenti ed eque. Tutta la politica comunitaria in materia di regolamentazione e commercio è effettuata a nome dell'UE dalla Commissione, che lavora a stretto contatto nel quadro dell'OMC per garantire equità e apertura. La commissione lavora inoltre a stretto contatto con i governi nazionali, il Parlamento europeo e le organizzazioni globali per essere in grado di adattarsi rapidamente alle situazioni e ai cambiamenti necessari a livello mondiale e locale.

Poiché l'UE ha una vasta rete di relazioni commerciali mondiali, è possibile negoziare accordi favorevoli. Questo è qualcosa di cui un paese da solo non sarebbe capace. Tutte queste partnership mirano a creare e mantenere un mercato unico stabile ed equo che offra molti vantaggi ai proprietari di imprese. Rende anche più sicuro per gli imprenditori commerciare al di fuori dell'UE, essendo protetti da numerosi accordi multilaterali.

L'UE offre sicurezza e condizioni stabili

Oltre a creare opportunità per gli imprenditori, l'UE mira anche a migliorare le condizioni di lavoro nei paesi più poveri. La politica commerciale dell'UE mira a ridurre e porre fine a pratiche scorrette quali il lavoro minorile, l'uso di prodotti chimici aggressivi e la creazione di rischi ambientali oltre a combattere la volatilità dei prezzi. I paesi in difficoltà possono essere attivamente spinti avanti da azioni quali la riduzione temporanea dei compiti, la fornitura di consulenza in materia di governance e il sostegno a imprese nazionali più piccole. Scegliendo di creare una società nell'UE, scegli automaticamente le condizioni di sicurezza.

Un'azienda nei Paesi Bassi è una buona alternativa alla Brexit per la tua azienda?

In generale, l'avvio di un'impresa olandese è quasi sempre vantaggioso a causa della grande quantità di vantaggi e possibilità che l'Olanda ha da offrire. Se sei ancora in dubbio, puoi prima farti alcune domande. Le risposte determineranno se l'Olanda è un buon punto di partenza per la tua azienda:

  • Che tipo di attività hai intenzione di stabilire?
  • È possibile per voi avviare una tale impresa nei Paesi Bassi?
  • Esiste una nicchia adatta per i servizi o prodotti che vuoi offrire?
  • La tua azienda sarebbe competitiva in certi modi?
  • Sarà più facile per voi commerciare con un business con sede nei Paesi Bassi, o questo comporterebbe certi benefici finanziari che attualmente perdete?

È saggio rispondere a queste domande in anticipo, poiché potrebbe essere necessario rispondere una volta deciso l'avvio della procedura per la creazione di un'azienda olandese. Se possiedi già un'attività commerciale di successo nel Regno Unito ma desideri trasferirla nei Paesi Bassi, potresti anche doverti spiegare in che modo la tua azienda sarà vantaggiosa per l'economia olandese.

"I Paesi Bassi diventeranno il centro per le infrastrutture di trading finanziario di EU27

L'AFM ha condotto più di interviste a 150 con società interessate a richiedere una licenza. "Supponiamo che tra il 30% e il 40% del commercio europeo di strumenti finanziari opterà per i Paesi Bassi come località. Pertanto, i Paesi Bassi diventeranno il centro commerciale finanziario all'interno dell'EU27 ", secondo Merel van Vroonhoven, presidente dell'AFM. "L'arrivo di queste parti attrarrà anche altri fornitori di servizi. Inoltre, rafforza l'accesso dei fondi pensionistici olandesi e di altri gestori di portafoglio al mercato dei capitali ". ” [4]

In che modo può creare vantaggi per un'azienda olandese?

Se hai già pensato di avviare o spostare la tua attività, l'Olanda si rivela una scelta fantastica per quasi ogni investitore o start-up. Un'azienda nei Paesi Bassi offre una vasta gamma di vantaggi e benefici per gli imprenditori stranieri. Gli olandesi sono stati classificati 4th sull'indice Global Competitiveness del World Economic Forum, il 3rd miglior paese al mondo per gli affari di Forbes Magazine a causa delle condizioni di business redditizie.

Amsterdam-square

Alcuni ottimi motivi per avviare un'impresa olandese:

  • Una delle aliquote fiscali più basse in Europa: tra 16.5% e 25% (15-21% da 2021)
  • Non si paga l'imposta sul valore aggiunto (IVA) per le transazioni all'interno dell'UE
  • I Paesi Bassi hanno il maggior numero di trattati in tutto il mondo per la doppia elusione fiscale
  • Gli olandesi hanno una solida reputazione nel commercio globale (e-)
  • Più della 90% della popolazione parla inglese e nella maggior parte dei casi una seconda lingua straniera
  • La forza lavoro olandese è altamente istruita e schiera 3rd nella parte superiore globale
  • Gli olandesi offrono un'atmosfera imprenditoriale internazionale innovativa
  • Gli imprenditori e gli investitori stranieri trarranno profitto da un clima giuridico e politico stabile e da una pletora di relazioni internazionali in sospeso

La procedura per avviare un'impresa olandese

Se vuoi godere di tutti i vantaggi che i Paesi Bassi hanno da offrire, dovrai seguire una determinata procedura crea la tua azienda qui. Qui è dove Intercompany Solutions entra in scena. Possiamo aiutarti a creare un'attività olandese in pochi giorni lavorativi. Possiamo anche aiutarvi a trasferire la vostra attuale attività nei Paesi Bassi. La nostra procedura prevede 3 passaggi di azione generale:

Step 1

Ti verrà chiesto di inviare tutta la documentazione necessaria e la prova della tua identità, che controlleremo accuratamente. Se hai già un nome di società in mente, controlleremo la disponibilità di quel nome anche durante questa fase.

Step 2

Dopo tutti i controlli, prepariamo tutta la documentazione necessaria per registrare la tua azienda. Quando questi documenti sono finiti, li inviamo per te (e possibili altri azionisti) a firmare. Una volta firmato, rispedisci tutto a noi in modo che possiamo avviare la procedura di registrazione.

Step 3

Con tutti i documenti firmati andiamo a un notaio, che firmerà l'atto costitutivo e presenterà l'atto di formazione alla Camera di commercio. Riceverai quindi il tuo numero di registrazione e il tuo numero di partita IVA. La tua azienda esiste ufficialmente! Se lo desideri, possiamo occuparci anche di altre questioni come la richiesta di un conto bancario olandese.

Contattaci Intercompany Solutions per maggiori informazioni

Intercompany Solutions ha molti anni di esperienza nella creazione di aziende per stranieri e nella gestione di numerosi casi. Possiamo aiutarvi con qualsiasi domanda che potreste avere su come avviare un'attività nei Paesi Bassi. Dal permesso dovrai trovare la migliore banca olandese per la tua attività. Basta contattarci per ulteriori informazioni e ti risponderemo al più presto.

[1] Strauss, D. (2018, 9, ottobre). Spiegatore della Brexit: quali sono le poste in gioco per il mercato unico dell'UE e l'unione doganale. link: https://www.ft.com/content/1688d0e4-15ef-11e6-b197-a4af20d5575e.

[2] Neate, R. (2019, 23, gennaio). Le aziende spingono il pulsante di allarme Brexit in un ulteriore colpo a Theresa May. link: https://www.theguardian.com/technology/2019/jan/22/no-deal-brexit-panic-grips-major-uk-firms.

[3] Unione europea. (2018, 13, novembre). Commercio | Unione europea. link: https://europa.eu/european-union/topics/trade_en.

[4] Autorità olandese per i mercati finanziari (AFM) (2018, 29 ottobre) I Paesi Bassi diventeranno il centro del commercio finanziario europeo dopo Brexit. link: https://www.afm.nl/en/professionals/nieuws/2018/okt/trendzicht-2019

Aggiornato 11-12-2019