La creazione di un'impresa significa che dovrai fare una quantità sbalorditiva di scelte. Questo non è insolito, naturalmente, poiché ci sono semplicemente molte opzioni tra cui scegliere. Come i servizi specifici che offrirai, le lingue in cui lavorerai, il tuo indirizzo commerciale e l'eventuale spazio per uffici e la società che produrrà il tuo sito Web e materiali di PR. Ma hai considerato anche il paese?

In quale paese vuoi avviare un'attività? Quasi tutte le start-up e i nuovi imprenditori stabiliscono la loro azienda nel loro paese di residenza. Probabilmente un po 'per abitudine. Ma in molti casi, potrebbe effettivamente essere utile navigare un po '. E considera l'idea di avviare un'attività in un Paese diverso dal tuo. Come i Paesi Bassi. E sicuramente non sarai il primo, poiché il numero di imprese e investimenti stranieri in Olanda continua a crescere. In questo articolo ti diremo un po 'di più sul "perché"!

Le compagnie straniere stanno portando l'economia olandese a grandi altezze

I Paesi Bassi sono stati inondati da investimenti stranieri e imprenditori che creano attività nel nostro paese da un po 'di tempo. Ad esempio: l'Agenzia olandese per gli investimenti esteri (NFIA) e diversi partner regionali coinvolti nella rete "Invest in Holland" hanno contribuito ad attirare intorno a 350 diversi progetti di investimento estero in tutto il mondo nella sola 2016. Tutte queste azioni ammontano complessivamente a circa 1,5 miliardi di euro in investimenti di capitale. A sua volta, ciò ha creato più di 10.000 nuovi lavori.

In 2017 sono stati investiti 1,7 miliardi. In 2018, grandi multinazionali come Timerland, Giant e DAZN hanno creato quasi 10.000 ulteriori posti di lavoro anche nei Paesi Bassi. Tutte le società messe insieme hanno contribuito con circa 2,85 miliardi di euro alla nostra economia nazionale. Tutto sommato, possiamo tranquillamente affermare che gli investimenti e le attività commerciali nei Paesi Bassi hanno un'influenza molto positiva sulla nostra economia e, quindi, investire nei Paesi Bassi è sicuramente un modo sicuro per far crescere la tua attività abbastanza rapidamente.
La Brexit ha causato molti trasferimenti degli uffici delle compagnie straniere

Uno dei maggiori motivi per trasferirsi è la Brexit.

Molti imprenditori preferirebbero essere sicuri che dispiaciuti, e quindi decisero di spostare proattivamente alcune filiali o persino la loro sede nei Paesi Bassi. La rete Invest in Holland ha portato più di società 40 nei Paesi Bassi nell'anno 2018. Questo è stato il risultato diretto della Brexit e ha portato alla creazione di quasi nuovi posti di lavoro 2.000, accanto a circa 291 milioni di euro di investimenti. In 2019 grandi multinazionali come Discovery e Bloomberg hanno annunciato il loro desiderio di investire nei Paesi Bassi grazie alla Brexit.

La maggior parte di queste aziende sono di origine britannica, ma il perduto comprende anche organizzazioni americane e asiatiche. Queste organizzazioni stanno sostanzialmente riconsiderando molte opzioni, al fine di ridurre al minimo possibili incertezze e minacce quando la Brexit alla fine riuscirà. Queste aziende hanno origini in molti settori, come il settore finanziario, i media e la pubblicità, le scienze della vita e la salute e la logistica.

Allora perché così tanti imprenditori scelgono i Paesi Bassi?
Ci sono ovviamente alcune buone ragioni per considerare il nostro paese piuttosto piccolo per il trasferimento. Perché le aziende che hanno già fatto la mossa non sono solo piccoli giocatori; molte grandi organizzazioni ben note hanno già stabilito una nuova sede in Olanda. Più di 6.300 società straniere hanno stabilito più di 8.000 diverse operazioni nei Paesi Bassi.

Tra le compagnie internazionali ci sono compagnie nordamericane come Abbott Laboratories, Boeing, Bombardier, Cisco Systems, Dow, Eastman Chemical, Heinz, Medtronic, NCR Corporation e Reebok. Sono incluse anche aziende europee come Bosch, Danone, Siemens e RWE. Un gran numero di società asiatiche e mediorientali è rappresentato anche da società come Astellas, BenQ, Daewoo, Fujifilm, Giant, Hitachi, Huawei, ICBC, LG Electronics, SABIC, Samsung, Saudi Aramco, Tata Consultancy Services, Teijin e Yakult .

I motivi più importanti per il trasferimento di un'impresa nei Paesi Bassi sono elencati di seguito:
Posizione fantastica, sistema educativo e opportunità di business
I Paesi Bassi si trovano in una posizione privilegiata, con Schiphol e il porto di Rotterdam come punti principali di un'infrastruttura già ricca. Accanto a quello; L'Olanda ospita un'eccellente infrastruttura ICT e una copertura di rete perfetta. Una forza lavoro orientata a livello internazionale con la maggior parte delle persone che parlano almeno due lingue e molte scuole fantastiche e di alta qualità (internazionali e nazionali) tra cui scegliere.

Lo standard di vita è considerato eccezionalmente alto, con Amsterdam come capitale che offre tutto in termini di cultura e attività. Ma anche altre bellissime città come Rotterdam, L'Aia e Utrecht. Le città sono considerate molto sicure e avrai molte possibilità di espandere la tua rete con molti spazi di lavoro condivisi in tutta la città.

Governo stabile e sistema legale equo.

I Paesi Bassi sono considerati una democrazia parlamentare molto stabile e vibrante, riconosciuta in tutto il mondo per la sua trasparenza, correttezza ed efficacia. Il sistema politico è caratterizzato dalla pluralità e dalla costruzione del consenso, dando vita a governi di coalizione che rappresentano veramente la voce del popolo. Il sistema giuridico è inoltre considerato equo, trasparente e ben attrezzato per affrontare le questioni relative a affari, commercio, fiscalità e brevetti.

Esistono tribunali specializzati per la gestione di questioni penali e amministrative, nonché in materia di diritto tributario, diritto della pianificazione, diritto ambientale e commercio e commercio. Esiste una ricca varietà di studi legali di livello mondiale - sia nazionali che di grandi dimensioni - in grado di fornire assistenza in materia fiscale, fusioni e acquisizioni e diritto europeo. L'Aia è la sede dell'Ufficio europeo dei brevetti.

Basse tasse rispetto ad altri paesi europei
L'aliquota dell'imposta sul reddito delle società nei Paesi Bassi è molto bassa per gli standard europei: 20% per profitti fino a 200.000 euro e 25% per profitti superiori a tale importo. Nei prossimi anni, il governo ridurrà ulteriormente le aliquote fiscali minime e massime.

Le tariffe CIT saranno gradualmente ridotte. La tariffa standard verrà ridotta a passi da 25% a 22.55% in 2020 e a 20.5% in 2021. La velocità inferiore diminuirà da 20% a 19% in 2019, a 16.5% in 2020 e a 15% in 2021. Gli investitori stranieri possono inoltre beneficiare di alcune esenzioni fiscali vantaggiose, come una riduzione fiscale del 30% per l'assunzione di dipendenti altamente qualificati.

Sistema finanziario sicuro e sviluppato
I Paesi Bassi vantano anche un sistema finanziario e un clima stabili, con una vasta gamma di banche olandesi forti come ING Group, ABN AMRO e Rabobank. Ci sono anche molti investitori di private equity, fondi di venture capital e gestori di fondi disponibili per la raccolta.

Soluzioni interaziendali: il tuo partner per un'azienda nei Paesi Bassi
Puoi sempre contattarci per ulteriori informazioni e assistenza se stai pensando di aprire una filiale nei Paesi Bassi o magari una nuova attività. Abbiamo una vasta gamma di servizi a tua disposizione per aiutarti in ogni modo possibile.

L'intero processo può essere concluso in pochi giorni lavorativi, offrendoti la possibilità di iniziare a fare affari immediatamente. Ti interessano le possibilità? Contattateci per maggiori informazioni.