I Paesi Bassi stanno abbassando l'aliquota dell'imposta sulle società

Sapevi che i Paesi Bassi sono uno dei cinque paesi in Europa che rientrano nei primi quindici paradisi fiscali al mondo? E sapevi che alcune delle modifiche del 2020 alle aliquote dell'imposta sulle società lo renderanno un luogo ancora più favorevole per le aziende? Diamo un'occhiata a cosa potrebbero significare i cambiamenti per te e la tua azienda.

Variazioni delle aliquote dell'imposta sulle società a partire dal 2020

L'aliquota dell'imposta sulle società sugli utili da € 200,000 rimarrà al 25% nel 2020. Nel 2021 scenderà al 21.7%. Il basso tasso applicato agli utili fino a € 200,000 diminuirà ulteriormente nel 2020.

Adeguamento delle aliquote fiscali
A partire dal 1 ° gennaio 2020, nessuna imposta sulle società è addebitata sull'imposta sul reddito delle società se un imprenditore presenta la dichiarazione per il primo giorno del sesto mese dopo il periodo durante il quale viene riscossa l'imposta (che di solito è il 1 giugno) e la dichiarazione depositata è corretto.

Annunciate misure di imposta sulle società dal 2021
Il gabinetto prevede inoltre di introdurre altre tre misure per l'imposta sulle società. Queste misure saranno incluse nel Piano fiscale 2021.

Aumentare il "tasso" della scatola dell'innovazione
Se le aziende traggono profitto da determinate attività innovative, devono pagare meno imposte sulle società su questo profitto. Il "tasso" di questa scatola dell'innovazione è ora del 7%. Ciò aumenterà al 9% dal 1 ° gennaio 2021.

Perdite di liquidazione e sciopero meno deducibili
Le imprese possono subire perdite in caso di cessazione di un'attività commerciale all'estero o di una consociata. In molti casi, ora possono detrarre queste perdite dal profitto realizzato nei Paesi Bassi. Questo cosiddetto regime di liquidazione e di sciopero è in fase di adeguamento. Le possibilità per le società di dedurre tali perdite sono limitate.

Niente più sconti se l'imposta sulle società viene pagata in una volta sola
Le aziende possono ora ricevere uno sconto a determinate condizioni se pagano l'imposta sulle società in un'unica volta. Lo sconto scomparirà dal 1 ° gennaio 2021.

Altre componenti fiscali dell'Accordo nazionale sul clima sono anche integrate nel Piano fiscale 2020. Questi comprendono un aumento delle imposte sui combustibili fossili come il gas naturale ma minori imposte sull'elettricità. Inoltre, la maggior parte delle società sarà soggetta a un aumento della sovrattassa per le energie rinnovabili, mentre le famiglie private beneficeranno di una riduzione di tale sovrattassa. Inoltre, l'esenzione limitata nel tempo dall'imposta sull'acquisto di veicoli per veicoli elettrici, che scade nel 2021, dovrebbe ora rimanere in vigore fino al 2025. Tuttavia, l'uso privato dell'imposta sui veicoli delle società elettriche aumenterà gradualmente dal quattro all'otto percento.

Non solo l'ufficio delle imposte ha modificato alcune norme. Anche le società olandesi hanno modificato i requisiti in materia di rendicontazione fiscale.

Le compagnie olandesi non sono mai state mminerale trasparente in materia fiscale
Negli ultimi cinque anni le società olandesi hanno compiuto passi importanti per migliorare la trasparenza e la rendicontazione su un argomento così complesso e controverso come le tasse.

Secondo Bob van der Made di PwC, il rapporto mostra chiaramente che le società olandesi non sono mai state più trasparenti in materia fiscale di quanto non lo siano ora. Le società hanno ottenuto una media del 43 percento sui sei buoni principi di governance fiscale e Oikos. Questo è notevolmente superiore al 25 percento misurato nel 2015.

Van der Made ha affermato che il Benchmark sulla trasparenza fiscale ha 'innegabilmente contribuito a questo risultato dal 2015 attraverso l'approccio equilibrato e obiettivo di questo sondaggio annuale. La classifica è stata persino considerata dal management di alcune società come un utile punto di riferimento annuale per quanto riguarda la trasparenza fiscale, la strategia di sostenibilità, il comportamento socialmente responsabile e la governance fiscale. "

È evidente la necessità di recuperare il ritardo sui rapporti paese per paese e sulla garanzia fiscale di terzi. Nel suo verdetto finale, la giuria ha anche sottolineato che la maggior parte delle società olandesi può ancora apportare miglioramenti significativi nelle componenti di rendicontazione paese per paese (chiarendo che le attività commerciali corrispondono ai pagamenti fiscali nei paesi interessati) e imposte di terzi garanzia. (Ciò implica che i processi interni e l'attuazione della strategia fiscale siano controllati da un contabile in modo che una parte indipendente possa controllarla).

Secondo Van der Made, il rapporto chiariva che i rapporti paese per paese e la garanzia fiscale di terzi non sono evidenti per la maggior parte delle società. Ha inoltre attirato l'attenzione sulle raccomandazioni speciali contenute nella relazione per varie parti interessate, vale a dire: politici, politici e autorità fiscali, ONG, consulenti fiscali, investitori e università.

L'ufficio delle imposte olandese (fonte olandese).