Hai una domanda? Chiama un esperto

Hai una domanda? Chiama un esperto

Una guida allo stripping anti-dividendo olandese

Il 1 ° gennaio 2019 è entrato in vigore il nuovo pacchetto fiscale, compresa la legislazione olandese sulla riduzione dei dividendi. Quest'ultimo fa parte della Direttiva anti-evasione fiscale dell'UE (ATAD 1) e, pertanto, si applica a tutti gli attuali stati membri dell'UE.

Poco più di un anno prima, il Senato olandese aveva approvato il pacchetto fiscale del 2019 che era stato inizialmente pubblicato dal Ministero delle finanze con emendamenti il ​​15 ottobre 2018. Il pacchetto fiscale è entrato in vigore il 1 ° gennaio 2019 e comprende diverse modifiche alla legislazione esistente che circonda l'olandese imposta sul reddito delle società:

Attuazione della Direttiva UE sull'evasione fiscale (ATAD 1), in particolare la norma olandese sulla riduzione dei dividendi e le leggi sulle società estere controllate (CFC);
Un abbassamento ridotto dell'aliquota dell'imposta sul reddito delle società;
Una riduzione della perdita riporta i tempi e le modifiche alle leggi relative all'ammortamento degli immobili.

Le proposte originali per porre fine all'attuale ritenuta alla fonte sui dividendi e introdurre una ritenuta alla fonte sulle distribuzioni di dividendi interaziendali nelle giurisdizioni a bassa tassazione e in alcune altre circostanze, come situazioni abusive.

Regole di limitazione della detrazione degli interessi
Le restrizioni sulle regole di detrazione degli interessi richieste dall'ATAD 1 sono state introdotte come suggerito nella proposta iniziale. La direttiva impone agli Stati membri dell'UE di avviare una norma di stripping degli utili, in base alla quale i costi di prestito (netti) in eccesso, come i risultati di cambio di valuta e le spese per interessi, saranno deducibili dalle tasse fino al 30 percento degli utili basati su imposte del contribuente al lordo delle imposte ammortamenti, interessi, imposte e ammortamenti (EBITDA). Qualsiasi somma superiore a tale importo sarà classificata come non deducibile ma può essere riportata al prossimo esercizio finanziario, nonostante il fatto che tutti gli interessi siano deducibili fino alla soglia di 1 milione di EUR (al netto). In passato i Paesi Bassi hanno scelto di applicare una soglia di 1 milione di EUR, in modo che 1 milione di EUR di interessi passivi sia sempre deducibile, anche se l'importo è superiore alla soglia del 30%.

La regola dell'EBITDA del 30 percento entra in vigore sulla base di un'unità fiscale e nessuna eccezione si applica ai gruppi. Nel 2020, sarà introdotta una specifica norma di capitale minimo per gli istituti finanziari, come le compagnie di assicurazione e le banche.

Legate all'introduzione della regola di stripping degli utili, altre regole sono state simultaneamente abolite dal 1 ° gennaio 2019, in particolare la regola del finanziamento dell'acquisizione e la regola del finanziamento della partecipazione eccessiva.

Caso di studio: restrizioni alla detrazione degli interessi

Il mio investitore negli Stati Uniti mi sta prestando 100.000 USD per gestire la mia attività in Europa? Posso pagare il pagamento degli interessi al lordo delle imposte? Quali sono le cose da cercare? Qualche considerazione speciale sul tasso di interesse?

Per quanto riguarda le restrizioni alla detrazione degli interessi, dal 1 ° gennaio 2019 è stata introdotta una nuova normativa, la norma EBITDA. La regola EBITDA è un cosiddetto limite di detrazione di interessi generici. Ciò significa che la regola EBITDA non fa una distinzione tra denaro preso in prestito da una terza parte (banca) o denaro preso in prestito da una società del gruppo (come nel caso di un'altra limitazione esistente di detrazione degli interessi, la regola di drenaggio degli utili è il caso). La regola EBITDA limita la detrazione degli interessi netti in un esercizio finanziario al massimo tra:

1) il 30% del reddito prima della deduzione di interessi, imposte, ammortamento delle attività e ammortamento dei prestiti / avviamento (EBITDA fiscale); e

2) 1,000,000 di euro.

 Gli interessi netti sono i costi degli interessi e i costi equivalenti del contribuente meno gli interessi attivi e quelli equivalenti. L'importo non deducibile in un anno può essere utilizzato negli anni successivi se vi è spazio per quell'anno. Non vi è alcun limite di tempo per l'utilizzo di queste perdite.

 Quindi se hai un prestito di EUR. 100.000, - l'interesse non sarà mai superiore a 1.000.000 di euro, quindi l'interesse sarà normalmente deducibile.

Potrebbero esserci altre limitazioni per le detrazioni di interessi, ma per questo è importante sapere se il tuo investitore ha azioni in de Dutch BV (e in tal caso quale percentuale%). Inoltre, può essere importante cosa farai con il prestito.

Ti piace questo articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su linkedin
Condividi su Linkdin
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest

lascia un commento